• 14 Aprile 2024

Epistème News

Rivista di comunicazione scientifica e medicina integrata

Yogurt: cucinare con sapore e fantasia senza trascurare linea e salute

Ingrediente fondamentale nella preparazione di tante ricette

Non soltanto naturale o dolcificato con un po’ di miele, ma anche in aggiunta a piatti tradizionali, lo yogurt rappresenta un alimento importantissimo per chi ama una cucina salutare e vuole al tempo stesso arricchire le proprie salse, pietanze, dessert di nuovi e raffinati sapori.

Alimento base in molte cucine tipiche, lo yogurt può diventare un ingrediente fondamentale anche nella preparazione dei piatti di ogni giorno, a cui dona sfumature e retrogusti caratteristici. Il suo sapore particolare, infatti, si sposa perfettamente con tutte le qualità di verdure, di formaggi, di erbe aromatiche e spezie.

Può essere utilizzato anche per esaltare il gusto di una bevanda insipida, per mitigare gli eccessi di un piatto troppo saporito o per dare un tocco personale alle propria ricette. In realtà il suo ruolo può essere paragonato a quello svolto dalla panna acida o, in certi casi, dalla maionese. Rispetto a questi lo yogurt possiede specifici vantaggi: non presenta infatti la “pesantezza” della prima né il consistente apporto calorico della seconda. Se pensiamo che una confezione di yogurt magro ha solo 138 calorie (quello intero 165) mentre la panna acida ne ha ben 445, ci rendiamo subito conto dell’importanza che questo alimento assume per una più corretta educazione alimentare e per una cucina più sana.

Lo yogurt può anche essere usato in sostituzione del siero di latte: è sufficiente allungarlo col latte fino a raggiungere la densità desiderata.

lo yogurt rappresenta un alimento importantissimo per chi ama una cucina salutare e vuole al tempo stesso arricchire le proprie salse, pietanze, dessert di nuovi e raffinati sapori.
Foto di Vicky Ng su Unsplash

Semplici regole per una perfetta cucina con lo yogurt

Con un po’ di fantasia, una volta divenuti esperti, potrete anche abbinare diversi tipi e diversi gusti di yogurt per rendere più preziosi e raffinati i vostri piatti, adattandoli al vostro gusto personale. Uno yogurt “piccante”, ad esempio, fa risaltare meglio il sapore delle carni e di alcune verdure.

Cucinare con lo yogurt richiede però alcune particolari attenzioni. Innanzitutto è consigliabile tenere il fuoco basso per non alterare eccessivamente il contenuto proteico di questo alimento. Sempre per questo motivo sono da preferire brevi tempi di cottura e, dove possibile, lo yogurt va incorporato soltanto poco prima di togliere le vivande dal fuoco. Perché il bacillo rimanga vitale, la temperatura non dovrebbe mai superare i 49° C. Qualora lo yogurt dovesse venire aggiunto all’inizio della cottura, per evitare che si coaguli, si può aggiungere un impasto stabilizzatore a base di farina di amido stemperata in acqua. Non rimescolate con forza ma cercate di amalgamare delicatamente lo yogurt agli altri ingredienti: solo in questo modo manterrà la sua densità e consistenza.

Particolarmente gradevole potrebbe risultare una minestra servita fredda, a base di piselli bolliti e yogurt magro. Prezzemolo, erba cipollina e maggiorana potranno contribuire a decorare il piatto al momento dell’arrivo in tavola. Adatto a ogni verdura, con lo yogurt si possono creare “fantasie di insalate”: con spinaci lessati, ad esempio, o con patate bollite insaporite con olio piccante, con i cavolini di Bruxelles o con melanzane rosolate insieme a peperoni.

Non solo dolci, quindi, ma ottime zuppe, fresche insalate e secondi piatti gustosi saranno ancora più invitanti e salutari grazie all’apporto delle virtù dello yogurt.

Foto in evidenza di micheile henderson su Unsplash


  • Yogurt: alimento naturale per eccellenza
    Confermati dalla ricerca scientifica i suoi benefici effetti sull’organismolo: lo yogurt è un alimento nutriente e sano, che offre una gamma di benefici per la salute. Fonte preziosa di proteine, calcio e probiotici, può essere facilmente integrato nella dieta quotidiana. La tradizione popolare sui benefici effetti legati ad una dieta che preveda l’uso quotidiano di… Leggi tutto: Yogurt: alimento naturale per eccellenza
  • Yogurt: alleato quotidiano della nostra salute
    Lo yogurt è un alimento naturale, ipocalorico, ricco di enzimi e di fermenti vivi. Sua caratteristica è quella di conservare non solo i principi nutritivi del latte, ma anzi – grazie alla trasformazione subita – di possedere proteine, grassi, zuccheri, vitamine e sali minerali in misura ancora maggiore del suo illustre genitore. Inoltre, in molti casi risulta digeribile anche da quelle persone che soffrono di intolleranza al latte.
  • Yogurt: cucinare con sapore e fantasia senza trascurare linea e salute
    Non soltanto naturale o dolcificato con un po’ di miele, ma anche in aggiunta a piatti tradizionali, lo yogurt rappresenta un alimento importantissimo per chi ama una cucina salutare e vuole al tempo stesso arricchire le proprie salse, pietanze, dessert di nuovi e raffinati sapori. Ingrediente fondamentale nella preparazione di tante ricette.
  • Yogurt: sulle nostre tavole l’antico ‘cibo degli dei’
    Fin dall’antichità lo yogurt era diffuso in numerosi Paesi dell’Europa balcanica, nell’Asia centrale e nell’Africa settentrionale. Solo all’inizio del XX secolo, però, risalgono i primi studi scientifici su questo alimento, grazie al lavoro di ricerca del biologo e immunologo di origine russa Ilya Metchnikoff.
  • Yogurt: una dieta ideale per ogni età
    Cessando nell’individuo adulto la produzione di lattasi, accade che per molti il latte risulti indigesto, fonte di bruciori e acidità di stomaco. Durante la digestione, infatti, la caseina si coagula in grossi fiocchi che, mentre non creano alcun problema allo stomaco del vitello, sono di difficile digestione per quello umano. Nello yogurt, in seguito all’acidificazione, i “fiocchi” delle proteine sono molto più piccoli, diluiti e quindi facilmente digeribili
  • Yogurt: una storia millenaria tra scienza e leggenda
    Lo yogurt vanta ormai quasi cinquemila anni di storia e un nome di origine turca, ma qualsiasi paese balcanico o del medio oriente potrebbe rivendicarne l’origine. Fin dall’antichità infatti questo alimento era diffuso in numerosi Paesi dell’Europa balcanica, nell’Asia centrale e nell’Africa settentrionale. I nomi potevano variare, ma quello che non variava mai erano i concetti base della preparazione, legati alla fermentazione del latte, e al benefico intervento di particolari colture di batteri.