• 14 Aprile 2024

Epistème News

Rivista di comunicazione scientifica e medicina integrata

Sedentarietà e rischio cardiovascolare

Anche quest’anno la Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare lancia per il 12 maggio la Giornata Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare.

La Società italiana per la prevenzione cardiovascolare (Siprec) ha lanciato un messaggio chiaro e diretto a tutti gli italiani: basta alla sedentarietà che sta mettendo a rischio la salute del cuore e delle arterie della popolazione italiana che, per oltre il 30% si considera sedentaria.
Secondo i dati elaborati dal sistema di sorveglianza PASSI (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia), nel biennio 2020-2021, la sedentarietà è responsabile del 9% delle malattie cardiovascolari. Inoltre, molti studi hanno evidenziato come l’inattività fisica sia tra i principali fattori di rischio cardiovascolare e quarta causa di mortalità nel mondo.
Ma c’è una buona notizia: una camminata quotidiana o una pedalata di mezz’ora possono fare la differenza nella prevenzione riducendo i fattori di rischio.
Alessandro Biffi, specialista in Cardiologia e Medicina dello sport e membro del Consiglio direttivo di Siprec, sottolinea l’importanza di seguire queste semplici indicazioni per mantenere in salute il cuore e le arterie: “Il movimento fisico dopo l’insorgenza di una patologia cardiovascolare con complicanze importanti – evidenzia Biffi – è ormai inserito nei piani di riabilitazione, alla stregua del trattamento farmacologico. Non va trascurata, inoltre, una motivazione importante a favore dell’attività fisica costante: il rafforzamento del sistema immunitario, la nostra barriera naturale contro ogni tipo di evento avverso. Molti studi recenti hanno dimostrato, per esempio, che chi era abituato a fare attività fisica costante e quotidiana non ha contratto il Covid o ne ha gestito meglio il decorso, senza complicazioni respiratorie”.
La terza Giornata Italiana per la prevenzione cardiovascolare, che si terrà il 12 maggio, sarà l’occasione per sensibilizzare la popolazione sull’importanza dell’attività fisica per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.
È importante ricordare che la prevalenza dell’inattività fisica cresce con l’avanzare dell’età, ma non è mai troppo tardi per iniziare a muoversi e migliorare la propria salute. La sedentarietà causa patologie significative e un peggioramento della salute, quindi è importante seguire le indicazioni di Siprec e dedicare del tempo all’attività fisica quotidiana.
Non aspettiamo che sia troppo tardi per prendere in mano la nostra salute. Bastano pochi minuti al giorno per mantenere in salute il nostro cuore e le nostre arterie. Iniziamo da subito a dedicare del tempo all’attività fisica quotidiana.

Immagine in evidenza: Foto di Belinda Fewings su Unsplash